Espatrio in Australia: lo rifarei?

È un periodo un po’ strano questo. Mi sento un po’ giù e demoralizzata per alcune cose, quando dovrei invece godere di altre. Mi sembra che tutto sia ampliato, grande e devastante. Mi sembra che nessuno abbia tempo per me, anche se mi rendo conto di quanto questo sia ingiusto. Soprattutto nei giorni immediatamente prima e dopo la nascita della mia nipotina, mi sono sentita così maledettamente lontana da tutto e tutti. Avrei voluto saltare sul primo aereo (possibilmente pagato da qualcun altro) e correre in Italia ad abbracciare Baby Di. E invece ero bloccata qui, a 24 ore di distanza dai miei cari, impossibilitata a vivere questo momento così importante con la mia famiglia. Continua a leggere “Espatrio in Australia: lo rifarei?”

L’ABC dell’Australia

Pensate di conoscere l’Australia? La conoscete davvero? Se dico A a cosa pensate? E dire Australia non vale! 🙂 Ecco allora la mia Australia dalla A alla Z!

A come ADELAIDE
La mia prima casa in Australia, che ha dato i natali a mio marito e dove ancora vive la sua famiglia. Se volete sapere di più su questa graziosa cittadina, leggete qui!

Continua a leggere “L’ABC dell’Australia”

Fate quello che vi fa felici

Non avevo neanche 5 anni quando ho cominciato a fare danza classica. Ero uno stecchetto alto ma molto magro. Non ricordo se fossi stata io a chiedere di iscrivermi a danza o se fosse la sola opzione disponibile all’epoca nel mio paesello. Ma danza fu, e danza rimase fino ai miei 12 anni. Non penso di essere mai stata portata per la danza classica: ero goffa, mentre le altre si muovevano con grazia, i piedi non si piegavano quanto avrebbero dovuto, e certe torsioni decisamente non mi venivano naturali. Quando poi, precocemente, ho cominciato a svilupparmi, tutto è diventato  ancora più difficile, pesante e ingombrante. Nei saggi e nelle foto ero sempre quella in fondo, perché un paio di spanne più alta delle altre. Ero quella che non riusciva mai a trovare le scarpette da classico, perché già a 10 anni portavo il 41. Ho avuto una relazione molto complicata con la danza classica, fatta di molto amore e moltissime umiliazioni. Quando a 12 anni ho deciso di mollare – perché non sarei mai arrivata da nessuna parte, così mi era stato detto – lo feci con il cuore a pezzi, tirando un sospiro di sollievo. Continua a leggere “Fate quello che vi fa felici”

10 cose da fare ad Adelaide e dintorni

Prima di innamorarmi di Sydney e di mettere radici qui, Adelaide era la mia casa lontana da casa. E’ qui che sono approdata durante la mia prima visita in Australia, e questa città è stata la mia introduzione alla cultura Down Under. E’ la città di mio marito e della sua famiglia, la città dove passo tutti i Natali che non passo con la mia famiglia, e per questo occuperà sempre un posto speciale per me. Venite von me e oggi mi porto alla scoperta delle sue 10 tappe imperdibili! Continua a leggere “10 cose da fare ad Adelaide e dintorni”

Un libro in valigia – “Into the wild”

Eccomi al secondo appuntamento della mia rubrica Un libro in valigia. Oggi voglio presentarvi un libro che sicuramente in molti conoscerete già, anche perchè ha inspirato l’omonimo film molto famoso nel 2007. Si tratta di “Into the Wild” (titolo italiano “nelle terre estreme”) di Jon Krakauer. E’ la storia di Chris McCandless, giovane neolaureato che a 22 anni, dopo aver tagliato i ponti con la famiglia e aver donato in beneficienza i $25.000 che aveva in banca, parte alla volta del Far West americano prima di sbarcare in Alaska per la sua “ultima grande odissea”. Continua a leggere “Un libro in valigia – “Into the wild””

It is up to you

Sono reduce dalle solite 23 ore di volo e uno scalo. Da una colazione al volo all’aeroporto (giusto per sentirsi subito a casa con un bell’espresso e brioche) e un giro al mercato (che  oggi al paesello è giorno di mercato e vuoi non fermarti a fare un giro e salutare eventuali conoscenti?) nel caldo di luglio (ed io nei miei vestiti invernali, arrivando dall’inverno e dall’aria condizionata di aereo e aeroporto). Sono in giro da più di 30 ore ma finalmente sono a casa. Sono le 10 di mattina, sono esausta, ma come ogni volta che torno a casa, sono troppo elettrizzata per riposarmi, e una doccia basta per farmi sentire rigenerata. Vorrei svuotare le valige, sistemare le mie cose per sentirmi a casa-casa, ma non posso. La mia camera è occupata per altri 5 giorni.  Continua a leggere “It is up to you”